MyTuring Logo MyTuring.it
Backstage: Si segnala anche la possibilità di candidarsi come cacciatore di lumache giganti. Si accetta solo personale con esperienza. Astenersi perditempo! Sempre in zona Pievepelago, vicino ad un laghetto verde dov'è possibile pescare trote non mancate assolutamente la tappa obbligata del laghetto dell'amore. Triste come battuta però lo sanno davvero anche i sassi. Vagando per le vette disperse intorno all'Abetone poi è apparso questo. Oggettivamente non c'era nessuno nel raggio di km. Boh non lo so ma il cartello ci ha spaventato un po' per cui siamo tornati indietro!😆 Il concetto un po' burlone dell'amore montanaro. Love is into the "ciglione" Ditemi se questa strana mucca pelocornuta non è uguale al cocker che abbiamo portato sulle vetta!!! 🙀🙀🙀🙀🧐 E per quanto riguarda il momento pubblicitario non retribuito si segnala il qui presente caseificio. Il parmigiano è stellare e la ricotta è quasi ineffabile. Però andateci davvero presto la mattina perchè rischiate, a seconda della stagione, di trovarci 40 persone in fila! Dulcis in fundo non potete non visitare l'attività abusiva di questi polli. Abbiamo capito che noleggiano qualcosa ed il tizio che se ne occupa credo sia quello sulla finestra a sinistra. Beh ma cosa noleggiano? In un primo momento abbiamo pensato alle uova ma non avrebbe avuto senso.. voglio dire, non si prestano le uova! Però poi, notando lo stranissimo modo di fare del gallo sopra la gallina in basso a destra abbiamo capito che forse è "borderllo". Si in tutti i sensi... Il Lago Santo in versione ghiacchiata! La strada per arrivarci d'inverno e' piuttosto pericolosa se c'e' la neve...noi siamo stati fortunati ad averla trovata abbastanza percorribile! Assolutamente da vedere! 😍 solo perche' ha lo stesso colore e lo stesso ciuffo!! 🤣

SEGUI LA PAGINA

Esegui la login per seguire la pagina, per inserire post, commenti e rimanere sempre aggiornato

SEGUI GIÀ LA PAGINA

CONDIVIDI SU

montegiovotrekking

ALLA CONQUISTA DEL MONTE GIOVO

ALLA CONQUISTA DEL MONTE GIOVO

Con i suoi 1991 m.s.l.m. il monte Giovo è tra le più alte vette dell'Appennino tosco-emiliano. Niente che possa spaventarci. Ci siamo svegliati di prima mattina, pensavamo ci volesse almeno mezza giornata a fare l'intero percorso. Forse un po' troppo? Si ma avevamo con noi anche il cane! Alla domanda: ma ce la farà? Boh ma alla fine l'unico che non aveva il fiatone era lui. Esistono molti percorsi per arrivare al Monte Giovo dal Lago Santo dov'è possibile lasciare la macchina. Noi abbiamo fatto un pezzo di 529 ed un pezzo di 527 così da non farci mancare nulla. Si parte quindi dal Lago Santo, un panorama dai colori mozzafiato, in estate azzurro e verde ed in inverno completamente bianco e ghiacciato. Per il primissimo tratto si costeggia quindi tutto il lago seguendo il sentiero che parte praticamente da lì. Dopo meno di mezz'ora (comprensiva di tutte le tappe fotografiche del caso. Selfi di rito inclusi) si inizia ad abbandonare la civiltà per addentrarsi nel bosco. Il sentiero resta sempre segnalato per cui è difficile perdersi. Se siete come me passionisti dei funghi, godrete. Salendo ci si lascia alle spalle anche il bosco e si inizia a percorrere la radura alla base della montagna. Se siete fortunati troverete ad accogliervi un'infinita vastità di piante di mirtillo. Tutto molto suggestivo, ma guardate anche dove mettete i piedi perché ci sono molte pietre ed insidie. Per cui… attenzione a non spaccarsi i denti! Salendo il percorso diventa più ripido ed alcuni punti necessitano di una minima arrampicata. Per arrivare sulla vetta sarà necessario camminare proprio sui crinali. Noi ci siamo seduti proprio lì per fare una piccola sosta. No vabbè in realtà avevamo fatto dei panini troppo buoni e non siamo riusciti ad aspettare fino all'ora di pranzo. Giunti sulla vetta la fatica viene ripagata da ciò che non a parole ci dice la montagna, con una gigantesca croce di ferro sulla punta ed un cielo che cambia 10 volte al minuto.

By Stefano Papa

Video

BLOG

Post Image Preview
Post Image Preview

A seconda delle dimensioni del post potrebbe volerci più tempo

Per accedere a questo contenuto è richiesta l'iscrizione e l'autenticazione alla community di MyTuring

Per accedere a questo contenuto è necessario prima aggiungere l'autore ai propri preferiti. Per farlo è necessario prima iscriversi ed autenticarsi nella community di MyTuring